info@lagelosia1953.it
+39 392 578 4301
Via Antonio Meucci 8 – 10040 – Druento (TO)

L’origine del termine “gelosia” nel contesto delle persiane e finestre

Gen 8, 2024

Quando parliamo di persiane e finestre, spesso sentiamo il termine “gelosia” utilizzato per descrivere un particolare tipo di chiusura o griglia. Ma da dove arriva questo termine? In quale regione è utilizzato il detto? E soprattutto, è giusto chiamarla così?

Per rispondere a queste domande, dobbiamo fare un salto nel passato e scoprire l’origine di questo termine nel contesto delle persiane e finestre.

La parola “gelosia” deriva dal latino “gelosus”, che significa “geloso” o “invidioso”. Inizialmente, il termine era utilizzato per descrivere un sentimento di invidia o possessività nelle relazioni personali. Tuttavia, nel corso del tempo, il significato si è esteso anche ad altri contesti, incluso quello delle persiane e finestre.

L’utilizzo del termine “gelosia” per descrivere le persiane e finestre è particolarmente diffuso in Italia, soprattutto nelle regioni del centro e del sud. Questo termine è stato adottato per indicare un tipo di chiusura che permette di controllare l’apertura e la chiusura delle finestre in modo parziale, consentendo così una ventilazione adeguata senza compromettere la sicurezza.

La gelosia è costituita da una serie di listelli orizzontali o verticali, che possono essere aperti o chiusi a seconda delle esigenze. Questo design permette un controllo preciso della quantità di luce e aria che entra nella stanza, rendendolo ideale per le giornate calde in cui si desidera mantenere la casa fresca senza dover aprire completamente le finestre.

Ma perché chiamarla “gelosia”? Si pensa che il termine sia stato scelto per la somiglianza tra la griglia delle persiane e il sentimento di gelosia nelle relazioni personali. Come una persona gelosa che controlla attentamente le azioni del proprio partner, così la gelosia nelle finestre permette di controllare l’entrata di luce e aria.

Nonostante l’uso comune del termine “gelosia” per descrivere questo tipo di chiusura, è importante sottolineare che non è l’unico modo per riferirsi alle persiane o alle finestre con questo design. In alcune regioni, ad esempio, potrebbe essere chiamata “grata” o “persiana regolabile”. Quindi, sebbene “gelosia” sia il termine più diffuso, non è l’unico utilizzato.

In conclusione, il termine “gelosia” nel contesto delle persiane e finestre ha origini latine e si riferisce a un tipo di chiusura che permette di controllare l’apertura e la chiusura delle finestre in modo parziale. È un termine ampiamente utilizzato in Italia, soprattutto nelle regioni del centro e del sud. Tuttavia, è importante ricordare che non è l’unico modo per chiamare questo tipo di chiusura e in altre regioni potrebbe essere utilizzato un termine diverso. Quindi, se avete bisogno di installare delle persiane con questo design, potete chiamarle “gelosie” o utilizzare un termine alternativo, a seconda delle preferenze locali.